Lavorazione tradizionale e nuove tecnologie « Brunocaffè

Lavorazione tradizionale e nuove tecnologie

I diversi prodotti, stoccati in un silos multiscomparto, sono prelevati automaticamente nelle proporzioni stabilite in ricetta e avviati al processo di tostatura previa pulizia dei chicchi con aria. La tostatura si ottiene investendo i chicchi di caffè con aria calda all’interno di cilindri di acciaio. Una fase che è parte integrante della ricetta e che viene controllata in continuo da un sistema computerizzato per tutta la durata del processo. Durante la tostatura i chicchi subiscono delle importanti trasformazioni quali perdita in peso e aumento di volume. Un perfetto controllo dell’andamento delle temperature durante il processo di torrefazione è indispensabile per garantire la qualità del prodotto finale.

Impiantistica all’avanguardia a garanzia di igiene e qualità costante.

Il caffè perfettamente tostato si avvia al confezionamento. Il trasporto è pneumatico e, come in tutto il processo di lavorazione, avviene in aspirazione sottovuoto. Un processo necessario per assicurare l’integrità dei chicchi. Inoltre, a totale garanzia d’igiene e per evitare la formazione di accumuli di grassi vegetali in grado di contaminare l’aroma del caffè, tutti i componenti dei macchinari destinati ad accogliere e trasportare i chicchi durante la lavorazione sono in acciaio inox.
Il “cotto”, una volta macinato, viene dunque confezionato in pacchi sottovuoto che ne conservano intatte le proprieta’ organolettiche. Alla confezione del caffè in grani, invece, affinché il prodotto non subisca alterazioni, viene applicata una specifica valvola per la sola espulsione dei gas che si formano naturalmente.